Perché imparare a mangiare meglio?

Spesso pensiamo che la cosa migliore per dimagrire e per perdere finalmente quei kili di troppo sia semplicemente non mangiare. In realtà, questa può rivelarsi una strategia controproducente, oltre che non particolarmente sana: infatti, nei momenti di “fame nera” (quando inevitabilmente si cede, dopo essersi auto-imposti delle privazioni troppo rigide) si tende ad assumere snack pronti o altri cibi molto calorici e poveri di sostanze nutritive. Inoltre, anche se si riesce effettivamente a dimagrire, in genere il peso perso si riacquista non appena si torna allo stile di vita di sempre, generando il cosiddetto “effetto yo-yo”.

Quindi, piuttosto che non mangiare, quello che bisognerebbe fare è mangiare meglio, prestando più attenzione agli alimenti che ingeriamo ogni giorno. E quindi la nostra dieta dovrebbe essere varia, comprendendo tanti alimenti diversi in modo da massimizzare la quantità di elementi per noi indispensabili, come vitamine e sali minerali, ma anche amminoacidi essenziali e acidi grassi omega-3 e omega-6. Non dovremmo demonizzare nessun gruppo di alimenti (per esempio, escludere i carboidrati, oppure cercare di evitare i grassi a tutti i costi): sono tutti necessari per il nostro corpo, ed eliminarli a priori dalla nostra dieta non ci porterà nessun beneficio concreto.

Ovviamente, questo non significa che tutti gli alimenti facciano bene al nostro corpo. Per esempio, i cibi di origine industriale molto lavorati tendono a essere ricchi di zuccheri semplici e di grassi (e spesso anche dei famosi grassi trans, che sono indubbiamente dannosi per la nostra salute), ma poveri di altre sostanze preziose come le già citate vitamine. Questo significa che forniscono un massiccio apporto calorico al nostro organismo (sono ricchi di kilocalorie), senza però fornirci tutto quello di cui abbiamo bisogno. Inoltre, nei prodotti confezionati spesso sono presenti grosse quantità di sale, il quale favorisce l’istaurarsi dell’ipertensione arteriosa. Quello del consumo di sale è un tasto dolente della popolazione italiana: è stato infatti stimato che l’italiano medio ne ingerisce circa 9 grammi al giorno, mentre le linee guida nazionali raccomandano di non superare i 5 grammi al giorno nell’adulto. Quindi, quando è possibile, sarebbe meglio preferire i cibi meno lavorati: una torta cucinata in casa da noi sarà molto probabilmente più sana di una merendina incartata, anche se magari le kcal totali saranno le stesse.

Infine, ricordiamo il ruolo importantissimo di frutta e verdura, che vanno assunte quotidianamente e variando il più possibile. In genere, si raccomanda di assumere almeno 5 porzioni al giorno di frutta e verdura fresca, da consumarsi sia cruda sia cotta. Che cos’hanno di tanto speciale? Sono poco caloriche, ricche di micronutrienti e di sostante con funzione antiossidante, e presentano un elevato contenuto di fibra (importante per regolarizzare la nostra funzione intestinale, ma anche per altre funzioni come, per esempio, il corretto sviluppo della nostra flora intestinale). Inoltre, spesso tendiamo a dimenticarcene, perché siamo circondati da cibi pronti molto saporiti e aromatizzati, ma frutta e verdura sono buone!

Comunque, se vogliamo cambiare il nostro stile alimentare ma abbiamo paura di non esserne in grado oppure se vogliamo semplicemente una consulenza esterna, rivolgersi a un nutrizionista è una buona idea. Il nutrizionista, infatti, non si occupa esclusivamente di diete dimagranti, ma anche dell’elaborazione di piani alimentari per modificare le nostre abitudini con un obiettivo di salute.

Il Piatto del Mangiar Sano

Si sa, l’alimentazione sana è uno dei nostri chiodi fissi. Per questo siamo particolarmente felici di parlarvi del piatto unico bilanciato di Harvard, un modo facile e veloce per strutturare pasti equilibrati.

Italian_HEP_Dec2015
Copyright © 2011 Harvard University, Per maggiori informazioni sul Piatto del Mangiar Sano, per favore consulta The Nutrition Source, Department of Nutrition, Harvard T.H. Chan School of Public Health, http://www.thenutritionsource.org e Harvard Health Publications, harvard.edu.

Secondo il Piatto del Mangiar Sano, ogni nostro pasto dovrebbe poter stare su un unico piatto e dovrebbe essere così strutturato:

  • metà del piatto contiene esclusivamente vegetali, di cui circa 2/3 verdura e 1/3 frutta;
  • l’altra metà è invece equamente suddivisa tra cereali (meglio se integrali) e proteine.

Il tutto condito con oli sani (come l’olio extravergine di oliva, uno dei cardini della dieta mediterranea) e annaffiato da abbondante acqua.

Anti-aging 360°: CAPELLI

In questi giorni abbiamo dato tanta importanza alla pelle, ma il nostro viso non è il solo a presentare i segni dell’invecchiamento. Anche i nostri capelli, infatti, possono risentire dell’età e di uno scorretto trattamento diventando secchi, fragili, sfibrati e opachi.

Le cause possono essere molteplici: lo stress, un’alimentazione non equilibrata, l’inquinamento, i cambiamenti ormonali, i trattamenti troppo aggressivi a cui li sottoponiamo da anni… C’è solo l’imbarazzo della scelta!

Per poter aumentare la salute di capelli e cuoio capelluto, quindi, è necessario impegnarsi su più fronti:

  • utilizzare prodotti delicati e mirati per la nostra tipologia di capello;
  • adottare uno stile di vita più sano;
  • mettere in pratica una serie di azioni volte a proteggere i nostri capelli (tenere il phon ad almeno 25 cm di distanza, non usare la piastra, rinunciare alla permanente o alle tinte troppo aggressive).

E ancora una volta, per qualsiasi dubbio o domanda rivolgiti pure in farmacia! Saremo felici di aiutarti a mantenere la salute dei tuoi capelli.

 

Anti-aging 360°: FOTOPROTEZIONE

Continua la nostra campagna per contrastare l’invecchiamento di pelle e capelli! Oggi parliamo del sole e dei danni che può arrecare in mancanza di un’adeguata protezione. Nei casi meno gravi, infatti, la luce solare causa la comparsa precoce di rughe, macchie e altri inestetismi.

Cosa si può fare per correre ai ripari? Ecco tre semplici consigli!

  • Una buona mossa consiste nell’applicare sempre una crema solare con un corretto SPF, e non solo quando si è al mare!
  • Inoltre, è importante utilizzare gli occhiali da sole: non solo ci permettono di vedere meglio proteggendo i nostri occhi dalla luce in eccesso, ma proteggono anche il contorno occhi, che è una delle zone del viso più soggette alla formazione di rughe.
  • Infine, cerca di mangiare spesso frutta e verdure fresche ricche di antiossidanti, per esempio fragole, kiwi e broccoli.

Progetto senza titolo
Ricordare sempre la protezione solare, indossare gli occhiali da sole e mangiare cibi ricchi di antiossidanti sono tre azioni che ti permettono di proteggere la tua pelle dai raggi solari.

Ti interessa scoprirne di più? Passa in farmacia per un consulto!

Anti-aging 360°: IN&OUT

In occasione delle due settimane dedicate a contrastare l’invecchiamento della pelle e dei capelli, prendiamoci un attimo per parlare della beauty routine, cioè dell’insieme di pratiche che ripetiamo mattino e sera per prenderci cura della nostra pelle.

L’invecchiamento è un processo naturale e inevitabile: con alcune accortezze, tuttavia, è possibile limitare e rallentare i danni del tempo sulla nostra pelle, specialmente nella zona del viso che è la più esposta e la più soggetta a rughe, macchi e imperfezioni. Infatti, possiamo compiere dei semplici gesti quotidiani per mantenere sana e giovane la nostra pelle!

  1. La detersione è il primo, fondamentale passo. Rimuovere completamente sporco e residui di trucco è infatti essenziale. Acque micellari, latti detergenti, struccanti… le formulazioni sono moltissime, devi solo trovare quella più adatta a te! L’importante, però, è preferire sempre prodotti delicati che non alterino il naturale equilibrio della pelle.
  2. Procediamo poi con l’applicazione di un siero per il viso per fornire alla nostra pelle gli elementi necessari per rigenerarsi.
  3. Infine, è fondamentale applicare sempre la nostra crema per il viso, la quale idrata e protegge la pelle. Attenzione, questo è un passaggio importante anche per le pelli cosiddette “grasse”.

Volete saperne di più? Passate in farmacia per un consulto! E per le prime due settimane di aprile, i possessori della nostra carta fedeltà potranno usufruire di sconti e offerte su numerosi prodotti dedicati alla pelle e alla sua salute.

In farmacia arriva la magnetoterapia

La MAGNETOTERAPIA è una tecnica terapeutica in cui il paziente è sottoposto a campi magnetici pulsati a bassa frequenza. Gli effetti benefici della magnetoterapia sono:

  • il ripristino dell’equilibrio fisiologico delle cellule;
  • la stimolazione della circolazione sanguigna.

Questo si traduce in un generale effetto benefico e in una riduzione del dolore e delle infiammazioni. Perciò la magnetoterapia è particolarmente consigliata per favorire il recupero delle fratture e per contrastare artrosi e osteoporosi.

Da oggi, è possibile noleggiare in farmacia un dispositivo domestico per la magnetoterapia. Per maggiori informazioni, contattaci oppure chiamaci allo 0332 486138 o scrivici su Whatsapp al numero 351 5552055.

La cura del benessere

 

Una filosofia di vita che ricerca il “bene di esistere” anziché la cura delle malattie.

L’integratore è un prodotto alimentare destinato ad integrare la comune dieta; è una fonte concentrata di sostanze nutritive, che ha lo scopo di mantenere lo stato di benessere dell’organismo umano. Esistono  integratori specifici per svariate esigenze: per uomini, donne, anziani, vegetariani, bambini, donne incinte…

La corretta formulazione e la qualità degli ingredienti sono sicuramente fattori importanti, ma non sempre la scelta del prodotto ideale è facile. Noi studiamo e ci aggiorniamo continuamente per garantire una consulenza all’altezza delle aspettative; LUNEDÌ 24 OTTOBRE abbiamo invitato in farmacia una esperta di integrazione che vi saprà indicare il prodotto più indicato in base alle esigenze personali.

La consulenza è gratuita e previo appuntamento.

Passate in farmacia per prenotare, oppure per telefono oppure su Whatsapp al numero 351 5552055.

Malanni invernali: la prevenzione è la nostra miglior difesa

Come ogni anno, non appena finisce l’estate la nostra mente vola subito all’inverno. Può sembrare un’esagerazione, ma pensare avanti è un trucco che funziona bene, almeno per quanto riguarda la prevenzione dei malanni invernali. Quando ormai abbiamo preso influenza e raffreddore, infatti, è troppo tardi; ma se invece giochiamo d’anticipo, possiamo rinforzare il nostro sistema immunitario prima che sia messo alla prova da virus e batteri.

La prima cosa, come al solito, è l’alimentazione. Ben il 60% del nostro sistema immunitario è localizzato nell’intestino: pensare al suo benessere e a quello della flora intestinale, quindi, è il primo passo per rinforzare le nostre difese. In generale, consigliamo di assumere alimenti ricchi di fibre (come legumi e cereali integrali) e di abbondare con frutta e verdura di stagione, per mantenere un apporto costante di vitamine e altri oligoelementi essenziali. Mantenersi idratati è importante: se sei una persona che beve poco, perché non provare a ingolosirti con tisane e succhi di frutta? Evita però le bibite gassate e con zuccheri aggiunti: fanno più danni di quanti ne risolvano! Infine, cerca di non esagerare con i cibi molto zuccherati, come le caramelle o le merendine confezionate.

Progetto senza titolo(2)

Anche il nostro stile di vita può essere modificato per aiutarci a prevenire i malanni invernali: per esempio, cerchiamo di fare frequentemente dell’attività fisica. Non è necessario andare per forza in palestra: una bella camminata all’aria aperta fa miracoli sia per il fisico che per il morale! Ovviamente, se fa freddo è importante coprirsi bene, possibilmente vestendosi a strati. Inoltre, i fumatoriCaduta dei capelli_ che fare_(1) devono ridurre il numero di sigarette (anche se smettere del tutto è sempre la scelta migliore!!): il tabacco, infatti, distrugge le strutture del nostro apparato respiratorio che intrappolano ed espellono i microbi; continuando a fumare, aumentiamo di molto il rischio di sviluppare infezioni. Infine, consigliamo sempre un bel sonno ristoratore: quando dormiamo, il nostro corpo e il nostro cervello si “ricaricano”, preparandosi ad affrontare le sfide del giorno successivo. Per questo è importante dormire almeno 7 o 8 ore a notte (per gli adulti; i bimbi, invece, hanno bisogno di un po’ di sonno in più).

Infine, in farmacia è arrivata una linea di integratori alimentari pensata appositamente per rinforzare il sistema immunitario in previsione della brutta stagione. Passate da noi per un consiglio: vi indicheremo il prodotto più adatto alle vostre esigenze!

Caduta dei capelli_ che fare_

 

Caduta dei capelli: che fare?

Tutti i giorni perdiamo tra i 50 e i 100 capelli. Questo è perfettamente normale, dal momento che essi hanno un proprio ciclo vitale e quando muoiono si staccano per essere rimpiazzati.

Di solito, il numero totale di capelli rimane pressapoco lo stesso e noi non ci rendiamo conto di questo costante rinnovamento. Tuttavia, durante la primavera e l’autunno il numero di capelli persi tende ad aumentare, e la nostra capigliatura si fa visibilmente meno folta; fattori ambientali come lo stress, l’inquinamento e l’alimentazione sbilanciata possono aumentare questa tendenza.

Che cosa si può fare per correre ai ripari? Innanzitutto, si può intervenire sulla dieta. Favoriamo i cibi ricchi di vitamine (B, C ed E tra le più importanti) e di oligoelementi come zinco e selenio; quindi largo a legumi, spinaci, carote, cavolfiori, frutta secca, agrumi e cereali integrali. Anche gli alimenti che contengono l’amminoacido metionina sono importanti per il benessere della nostra capigliatura; tra questi ricordiamo uova, parmigiano e pesce. Inoltre, cerchiamo di evitare i cibi che contengono molti grassi insaturi, i fritti, i salumi e gli insaccati.

Oltre all’alimentazione, ci sono altri accorgimenti che possiamo adottare per migliorare il benessere dei nostri capelli e limitarne la caduta. Cerchiamo di non stressarli eccessivamente con trattamenti aggressivi come tinte e permanenti, e abbassiamo la temperatura del phon quando li asciughiamo: il troppo calore, infatti, li sfibra e li rovina. Attenzione, lo stesso discorso vale anche per la piastra!

Se tutto questo non fosse sufficiente, in farmacia saremo felici di offrirvi un consulto e, se necessario, consigliarvi alcuni prodotti specifici anti-caduta. La nostra linea comprende:

  • un integratore alimentare a base di sostanze antiossidanti e rinforzanti, attive sia sul capello che sulle unghie;
  • delle fiale rinforzanti da applicare direttamente sul cuoio capelluto per rivitalizzare il bulbo del capello e stimolarne la crescita;
  • uno shampoo rinforzante che deterge delicatamente e allo stesso tempo protegge e rinforza il cuoio capelluto.

1

Passate in farmacia, vi aspettiamo! E nel frattempo, auguriamo capelli sani e folti a tutti 🙂

 

 

Piante medicinali, salute e forma fisica

Ci capita sempre più spesso di scegliere la montagna per trascorrere qualche giorno di ferie. Le lunghe passeggiate su sentieri lontani da tutto e tutti, gli incontri improvvisi con una marmotta, i prati in fiore… tutto ciò esercita su di noi un fascino irresistibile.

Mentre mi inerpico faticosamente, ogni occasione è buona per una sosta: un rigoglioso cespuglio di arnica montana (siamo sopra i 2000 metri!), una genziana dalle proprietà digestive, i prati traboccanti di trifoglio in fiore, l’achillea bianca e rosa, le macchie di rododendro fiorito e il pino mugo, con le sue profumatissime gemme. Allora mi fermo, prendo fiato e fotografo.

Poi, riprendendo la salita, rifletto. Gli uomini conoscono da sempre gli effetti benefici di queste piante, che noi utilizziamo nelle nostre creme e nei nostri integratori. Ma un altro pensiero mi colpisce: anche i benefici dell’attività fisica sono noti da tempo. Anzi, ai tempi in cui il lavoro era prevalentemente manuale, l’attività fisica era addirittura inevitabile. Ora però sembra che ce ne siamo scordati…

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), dal 1975 il numero di persone obese è più che triplicato nel mondo. Questo si verifica perché mangiamo sempre più alimenti ricchi di grassi e ci muoviamo sempre meno. Le conseguenze dell’obesità sono molte e gravi: basti pensare al diabete, alle malattie cardiovascolari e all’aumentata incidenza di alcuni tipi di tumore. Inoltre, questo problema riguarda sempre più minori: nel 2016 erano 41 milioni i bambini obesi o sovrappeso. Un numero che riguarda soprattutto i paesi occidentali.

Allora penso che dovremmo organizzare ogni settimana la “Settimana dell’attività fisica e del controllo del peso”, perché qui non si tratta più di estetica, ma di qualità della vita, nostra e dei nostri figli.

 

Dottoressa Marina